Program

14.06.24

NUB & Affektenlehre presentano

Marja Ahti
Blutwurst

concert

Gada - via dei Macci 11 - Firenze

ore 21.00

Marja Ahti (1981, Luleå) è una sound artist svedese-finlandese che opera nei campi della composizione, dell'installazione e delle performance interdisciplinari.
Attraverso l'utilizzo di field recordings, feedback, sintesi analogica, elaborazione digitale e strumentazione acustica, esplora il confine in cui i suoni si riflettono reciprocamente e comunicano. Ahti crea precise narrazioni musicali, utilizzando dettagliate texture sonore acustiche che mutano lentamente, accompagnate da toni e forme sostenuti intonati intuitivamente, spesso sull'orlo del collasso, della collisione o del feedback. La sua musica si sviluppa in un regno poetico che oscilla tra l'acustico e il documentaristico, offrendo un'esperienza che si muove tra l'astrazione e la familiarità profonda.
Attualmente residente a Turku, Finlandia, Ahti è attiva nella scena musicale sperimentale finlandese da oltre dieci anni, contribuendo in diverse configurazioni e come membro fondatore del collettivo di artisti e organizzatori Himera.

marjaahti.com

L'ensemble Blutwurst è stato fondato a Firenze nel 2011 da musicisti coinvolti nell'improvvisazione radicale e nella musica classica contemporanea. La ricerca dell'ensemble è dedicata all'esplorazione acustica di toni sostenuti e di pattern sonori trasformati lentamente.
I membri fondatori sono Marco Baldini (tromba), Edoardo Ricci (clarinetto basso, sassofono contralto) e Daniela Fantechi (piano, fisarmonica). L'ensemble è cresciuto dal 2012 con Michele Lanzini (violoncello), Cristina Abati (viola), Maurizio Costantini (contrabbasso) e Luisa Santacesaria (piano, armonium).
Nella prima fase Blutwurst si è concentrato sull'improvvisazione e sullo studio e l'implementazione di partiture aperte e grafiche di compositori come John Cage, Christian Wolff, Morton Feldman, Cornelius Cardew, Alvin Lucier e La Monte Young. Nel 2013 l'ensemble ha iniziato a lavorare alle proprie composizioni e a collaborare con altri compositori che hanno lavorato a stretto contatto con il gruppo.
Blutwurst ha collaborato con l'artista londinese Alessandra Ferrini, componendo la colonna sonora per il saggio cinematografico Negotiating Amnesia (2015) e per l'installazione permanente Tra due rive straniere (2021), per la mostra “Memory Matters” al Parco del Valentino di Torino.
Dal settembre 2015 al gennaio 2016, Blutwurst ha fatto parte del Programma di Residenza IN_Tempo Reale. Nel maggio 2016, l'ensemble ha pubblicato il suo primo album Tenebrae per la Collezione Tempo Reale e, nel dicembre 2016, l'LP Yoğurt per l'etichetta inglese Negative Days. Nel 2020 sono stati pubblicati due album: Anabasi per l'etichetta italiana Kohlhaas e Ricercar nell'ombra, il lavoro collaborativo con il compositore Emmanuel Holterbach, pubblicato dall'etichetta inglese Another Timbre. Attualmente l'ensemble sta lavorando alla traduzione/trascrizione per strumentazione acustica di due composizioni elettroacustiche della compositrice finlandese Marja Ahti.

blutwurst.it

This work was produced with the financial assistance of the European Union. The views expressed herein can in no way be taken to reflect the official opinion of the European Union.